La coscienza e la reputazione

Un uomo nota un serpente che sta morendo bruciato e decide di toglierlo dal fuoco. Appena lo fa il serpente lo morde. Per la reazione del dolore, l’uomo lo libera e l’animale cade di nuovo nel fuoco. L’ uomo cerca di tirarlo fuori di nuovo e di nuovo il serpente lo morde.

Qualcuno che stava osservando si avvicina all’uomo e dice: Mi scusi, ma lei è testardo! Non capisce che tutte le volte che prova a tirarlo fuori dal fuoco va a finire così?

L’ uomo risponde: La natura del serpente è mordere e questo non cambierà la mia, che è aiutare.

Quindi, con l’aiuto di un pezzo di ferro, l’uomo tira fuori il serpente dal fuoco salvandogli la vita.

Non cambiare la tua natura se qualcuno ti fa del male. Non perdere la tua essenza, prendi solo precauzioni. Preoccupati più della tua coscienza che della tua reputazione perché la tua coscienza è ciò che sei, e la tua reputazione è ciò che pensano gli altri di te.

Da Quora

Torna all’indice della sezione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.